Finchè morte non ci separi

 

 

 
                                                 
  commedia in due atti di Sergio Marolla  
     
 

 
     
 

L'autore

 
 

Sergio Marolla nasce a Napoli l'8 aprile 1961. Si trasferisce, all'età di vent'anni, a Roma per motivi di lavoro. Dopo circa quindici anni trascorsi a cantare come tenore in alcuni cori polifonici laziali, nel 2000 lascia la musica per dedicarsi al teatro comico napoletano, sua vera e grande passione. Entra così a far parte della compagnia teatrale "Attori per caso" di Guidonia Montecelio, dove può esprimere al meglio la sua caratteristica recitazione, rimanendo comunque pur sempre a carattere prettamente amatoriale. Partecipa, nello stesso anno, alla costituzione della compagnia teatrale in Associazione Culturale, all'interno della quale viene nominato dapprima Segretario e, due anni dopo, Presidente.

Nel 2003 scrive la sua prima commedia teatrale, "Apri tu per favore", che rimane in un cassetto per due anni, fino a quando, cioè, viene portata in scena per la prima volta, nel marzo 2005, partecipando alla IV Rassegna di Teatro Amatoriale, con la quale Sergio Marolla vince il "Premio Serafino Aquilano" come "miglior attore".

Segue quindi "Finchè morte non ci separi", commedia brillante sull'ipocrisia davanti alla morte e su come poter trarre vantaggio da essa. La commedia è stata anche tradotta in dialetto abruzzese e portata in scena dalla compagnia "Je Furne de Zefferine" di Avezzano (AQ).

 
                                                 
 

La trama

 
 

Giovanni Gargiulo è un impiegato del Comune di Napoli, settore Nettezza Urbana, nonchè pittore dilettante. Questa sua innata passione per la pittura è continuamente svilita e disprezzata dalla moglie Margherita e dai cognati Gelsomina e Vittorio che abitano in casa con lui a causa dell'eterno stato di indigenza della coppia dovuta alla cronica mancanza di un lavoro, in verità, ricercato senza troppo affanno da parte di Vittorio. Quando la notizia che a Giovanni restano solo pochi mesi di vita a causa di un brutto male, giunge a casa durante una sua temporanea assenza, i suoi familiari ed i vicini di casa decidono di tenergli nascosto l'atroce destino, dedicendo di fargli vivere quel poco tempo che gli resta nel miglior modo possibile, esaudendo ogni suo piccolo desiderio. Giovanni però non comprende questo cambiamento di atteggiamento nei suoi confronti e c'è una domanda ricorrente alla quale non riesce a dare una risposta: "Perché che mi ha sempre denigrato, ora mi tratta da re?". La risposta non tarderà a venire. 

 
                                                 
                                                 
 

Personaggi ed interpreti

 

Giovanni Gargiulo Sergio Marolla                  
  Margherita Vinciguerra Anna Menditto                  
  Gelsomina Vinciguerra Margherita Bellini                  
  Vittorio Del Prete Armando Carpentieri                  

Gennaro Esposito Carlo Senese                  
  Assunta Esposito Lea Zunico                  
  Maddalena Lucia De Blasio                  
  Virginia Gambardella Lorena Isacchini                  

Antonio Cocozza Arturo Barbato                  
  Mafalda Cocozza Imma Faenza                  

Don Alberto Salvatore Casertano                  

Giggono 'o salumiere Umberto Falba                  
  Dottor Treccani Armando Mormile                  
  Dottor Zoccali Pietro delle Cave                  
  Serena Assunta Merola                  
                                                 
  Regia  

Salvatore Casertano  
                                                 
 

Le rappresentazioni

 
  12-13-14 Novembre 2010 - Guidonia Montecelio (RM) - Teatro Comunale "Dario Vittori" - 5° TeatroFestivalCittà  
  20-21 novembre 2010 - Guidonia Montecelio (Roma) - Teatro dell'Aeroporto - Serate di beneficenza per l'Associazione "Amici del Benin"  
  17-18 dicembre 2010 - Roma - Teatro San Luca - Progetto "Dialettando insieme" per l'Associazione "Astro Nascente"  
  10 marzo 2011 - Tivoli (RM) - Teatro Giuseppetti - Serata di beneficenza a favore del "Centro Integrazione Sociale" di Tivoli  

                                               
   
                                                 

 

 

Sito ottimizzato per la visualizzazione 1024x768 su Microsoft Internet Explorer - Realizzazione sito: Sergio Marolla